Patente digitale: Buoni i dati in Italia

Condividi questo articolo!

patente digitale

PATENTE DIGITALE, GLI SCENARI FUTURI

Mentre nel Regno Unito è di pochi giorni fa l’importante notizia che la patente di guida digitale sarà visualizzabile tramite app per smartphone, in Italia si registrano eccellenti progressi nel processo di smaterializzazione della patente di guida dal formato cartaceo a quello digitale.

Il Ministero dei Trasporti, secondo le sue stime, prevede che entro il 2024 in Italia vi sarà un passaggio completo dalle patenti cartacee al nuovo modello Card plastificata, richiesto dalle normative UE. Il nuovo formato della patente è stampato e prodotto con nuovi efficaci criteri anti-falsificazione, in un’ottica improntata a fornire sempre maggiore sicurezza per i cittadini che viaggiano frequentemente in automobile tra i confini dei Paesi europei.

Già oggi il processo di rinnovo e richiesta di una nuova patente avviene principalmente per via digitale: alla scadenza, infatti, si riceve direttamente a casa una nuova Card con procedura di rinnovo attraverso il sito “Portale dell’Autmobilista”, attraverso il quale i medici possono rilasciare all’automobilista richiedente (previa visita medica di controllo) una ricevuta in attesa dell’arrivo del nuovo documento vero e proprio.

Il costo totale della procedura è pari a 25,00 euro (tariffa esente da visita medica e spese di spedizione).

Se hai problemi nel ricordarti e gestire le scadenze della tua auto, prova il nostro servizio facile e gratuito che ti ricorda qualsiasi imminente scadenza relativa al tuo veicolo, dal bollo all’assicurazione…fino alla patente!

 

Condividi questo articolo!
2017-11-06T14:48:25+00:00 30.05.2016|News|

2 Commenti

  1. Massimo 10 novembre 2017 al 15:40 - Rispondi

    Salve ho preso una multa a giugno del 2017 ho dimenticato di pagarla ora da €241,00e diventata di €469,00 come posso fare per rimediare? Come posso chiedere rateizzazione?

    • Federico Bianca
      Federico Bianca 11 novembre 2017 al 9:51 - Rispondi

      Gentile Utente, in linea generale è sempre possibile la rateizzazione. Forse il suo importo è basso per questo tipo di agevolazione. Deve in ogni caso rivolgersi all’ente che ha emesso la sanzione. Cordiali saluti

Scrivi un commento