Risarcimento Rc auto: come ottenerlo subito, no alle polizze “anti-avvocato”

Ecco alcuni preziosi consigli su come comportarsi in caso di diritto al risarcimento Rc auto. Le procedure sono piuttosto complesse ed è fondamentale evitare inutili errori formali che non fanno altro che dilatare le tempistiche. Di seguito troverete alcune utili dritte ed una novità introdotta dall’Antitrust.


La clausola speciale di Allianz

Facciamo prima un piccolo passo indietro. Il tutto ha infatti avuto origine da una clausola speciale imposta dall’Allianz: “Accordo per la risoluzione delle controversie mediante ricorso alla procedura di conciliazione paritetica”. Ma cosa vuol dire? In pratica, con la propria firma, l’assicurato dichiara di non voler affidare la gestione del danno a “soggetti terzi che operino professionalmente nel campo del patrocinio”, quindi avvocati e simili. Dichiarando di ricorrere preliminarmente alla “procedura di conciliazione paritetica”. E se però l’assicurato dovesse violare questa clausola? In tal caso l’impresa, dal 1^ aprile 2016, applica al cliente una penale pari al 20% del valore del sinistro con il limite massimo di 500 euro da detrarsi al risarcimento.

Per l’Antitrust si tratta di clausola vessatoria

La questione, assai controversa, ha smosso i vertici del settore Rca, costringendo Allianz a difendersi argomentando in svariati modi. E provocando , tra le altre, una reazione dell’Antitrust. Col bollettino 46 del 27 dicembre 2016 infatti, l’Autorità garante delle concorrenza e del mercato affronta la questione delle clausole vessatorie Rc auto. Il Garante afferma che, in questi casi, si profila uno squilibrio dei diritti che va a vantaggio della compagnia, e a scapito del consumatore, trattandosi, in particolare, di restrizione della libertà contrattuale. L’Autorità ha dichiarato quindi l’assoluto diritto dell’automobilista all’assistenza dell’avvocato per poter prevenire eventuali discussioni con la propria compagnia sul risarcimento a seguito di incidente. Secondo l’Antitrust infatti, impedire al consumatore di rivolgersi ad un avvocato andrebbe contro la Costituzione che all’art. 24 tutela la difesa. Ma anche contro gli insegnamenti della Cassazione. Quella di Allianz sarebbe dunque una clausola vessatoria. E la questione rappresenta un’assoluta svolta nell’ambito Rca.

Regole da seguire per un risarcimento Rc auto rapido:

Ammesso, dunque, che l’assicurato ha sempre diritto a richiedere la presenza di un legale, è opportuno stabilire quali siano i punti focali di una corretta guida al risarcimento.

#1 Valutare di rivolgersi ad un legale:

Anche se il danno è irrisorio, considerate se sia il caso di rivolgervi ad un avvocato, un patrocinatore stragiudiziale (opera soprattutto al di fuori dei tribunali) o un esperto in infortunistica stradale, visto che è un vostro diritto. Così come non dimenticate che avete diritto ad una visita medico-specialistica di parte in caso di lesioni fisiche, rimborsata poi dalla compagnia. Valutate inoltre se cedere il credito al vostro carrozziere di fiducia per avere un risarcimento rapido ed equo.

#2 Massima attenzione al Modulo blu:

Assicuratevi di averlo compilato dettagliatamente in ogni sua parte. In modo da evitare che la compagnia ve lo restituisca richiedendo informazioni mancanti e allungando dunque i tempi del risarcimento. La richiesta può essere consegnato a mano oppure spedita tramite raccomandata con avviso di ricevimento.

#3 Tempistiche:

Se il Modulo blu è a firma unica la liquidazione del danno avverrà dopo 60 giorni. Che arrivano a 90 per le lesioni da quando è stata comunicata la guarigione. Viceversa, se viene firmato da entrambi i soggetti e trovate un accordo con la vostra compagnia, essa avverrà entro 30 giorni. Se non riuscite a raggiungere un accordo con l’assicuratore potete agire in giudizio nei suoi confronti. Se invece accettate la somma da lui offerta il risarcimento deve avvenire entro 15 giorni. 

#4 Importanti il ruolo del verbale e dei testimoni:

Nei giorni successivi all’avvenuto sinistro, è importante raccogliere le testimonianze delle persone intervenute sul posto: a partire dalle forze dell’ordine fino ai passanti. Potete interpellare anche i negozianti o gli altri automobilisti presenti sul luogo al momento dell’incidente.

 

Se non lo hai ancora fatto visita il nostro sito tiassisto24.it, i nuovi piani tariffari sono pensati su misura per te. Basta un click per richiedere il tuo nuovo preventivo Rc auto ed iniziare a risparmiare. I nostri consulenti sono sempre a tua disposizione.

Vuoi saperne di più? Informati subito sulle novità in casa tiassisto24:

Clicca qui

E continua a seguirci su:

2017-07-20T12:30:11+00:00 27.01.2017|News|

Scrivi un commento