Tutor: cosa sono e come funzionano?

Condividi questo articolo!

tutor

Tutti noi abbiamo sentito parlare di tutor, ma sappiamo veramente come funzionano e dove vengono utilizzati?

Il Sistema Informativo per il controllo delle velocità (SICVE), noto come Tutor, è un innovativo sistema di controllo elettronico della velocità in autostrada, sviluppato da Autostrade per l’Italia e gestito dalla Polizia stradale, che permette di rilevare la velocità media dei veicoli in un determinato tratto di strada.

 

La Polizia di Stato spiega esattamente il funzionamento di questo apparecchio nel video sopra riportato e specifica che è un potente deterrente contro coloro che guidando a velocità elevate, violano il codice della strada e mettono in pericolo la sicurezza dei cittadini. In effetti secondo le statistiche, già dopo il primo anno di funzionamento (dal 2005-2006), si è registrato una diminuzione del 50% del tasso di incidenti mortali sui tratti autostradali controllati tramite tutor.

CONTESTA UNA MULTA CON L’APP
 

Come funziona un tutor?

I tutor sono degli apparecchi che misurano la velocità media di un veicolo in un determinato tratto di strada che va dai 10 ai 25 km e che è delimitato da due varchi ai quali sono collegati sensori e telecamere.

Quando il veicolo attraversa il primo varco, i sensori attivano le telecamere che rilevano la velocità, la targa e il tipo di veicolo e lo stesso avviene anche in uscita. La centrale operativa calcola, quindi, la velocità media del veicolo lungo il percorso e la confronta con i limiti di velocità della sua specifica tipologia (camion, auto etc..), se rileva un violazione, la registra e la comunica alla Polizia Stradale che invia la multa al trasgressore. Recentemente, poi, i tutor hanno iniziato anche ad interrogare i database delle Motorizzazione Civile per controllare, mediante il numero di targa, che l’assicurazione e la revisione del veicolo siano a norma ed avvertire il Centro di Controllo qualora non lo siano.

Dove sono posizionati i tutor in Italia?

Proprio perché i tutor sono un deterrente alle infrazione del Codice della Strada, la loro ubicazione non è segreta, ma pubblicata sia sul sito della Polizia di Stato che segnalate anche tramite App e navigatori.

Secondo quanto riportato sul sito della Polizia di Stato, le arterie controllate tramite tutor in Italia sono:

Traforo del Monte Bianco, in territorio italiano, in entrambe le direzioni di marcia, nei tratti tra:

km 10+152 e il km 7+745 in direzione nord (Francia)

km 8+043 ed il km 10+500 in direzione sud (Italia)

 A1 Variante di Valico, all’interno della Galleria di base, in entrambe le direzioni di marcia, nei tratti tra:

km 27+620 e il km 18+890 in direzione nord

km 19+000 e il km 27+650 in direzione sud

 A16 Autostrada dei due Mari, segmento compreso tra gli svincoli di Avellino Ovest e Baiano in entrambi i sensi di marcia, e più precisamente tra:

km 36,050 ed il km 40 direzione est

km 36+050 ed il km 27+650 direzione ovest

A1 Milano Napoli segmento compreso tra San Zenone al Lambro e Bivio A1/A14 in entrambi i sensi di marcia

e tra Orte e Caserta Nord in entrambi i sensi di marcia.

A3 Salerno- Napoli segmento compreso tra Scafati e Angri  in entrambi i sensi di marcia

e tra Cava Dei Tirreni e salerno in entrambi i sensi di marcia

A4 Milano-Brescia segmento compreso tra Cavenago  e Brescia Ovest in entrambi i sensi di marcia

A4 Brescia- Padova segmento compreso tra Brescia Est e Somma Campagna in entrambi i sensi di marcia

A4 Venezia-Trieste segmento compreso tra S. Donà di Piave e  Bivio A4/A23

e tra Villesse e Redipuglia

A4 Trieste – Venezia segmento compreso tra  Villesse e Palmanova

tra Latisana e Venezia EST

A6 Savona- Torino segmento compreso tra Millesimo e Ceva

e tra Marene e Carmagnola

A6 Torino- Savona segmento compreso tra Carmagnola e Marene

e tra Altare e Bivio A6/A10

A7 Serravalle – Genova segmento compreso tra Isola del Cantone e Genova Bolzaneto  in entrambi i sensi di marcia

A8 Milano – Varese segmento compreso tra Legnano e Gallarate

A8 Varese- Milano segmento compreso tra Gallarate e Origgio Ovest

A13 Padova- Bologna segmento compreso tra Padova Zona Ind e Arcoveggio in entrambi i sensi di marcia

A14 Bologna- Taranto segmento compreso tra Biv.A14/Rac. Casalecchio e Rimini Nord

e tra Giulianova e Bivio A14/A25

e tra Pescara Ovest e Bivio A14/A16

e tra Canosa e Bari Nord

A14 Taranto – Bologna segmento compreso tra Bari Sud e  Bivio A14/A16

tra Cerignola Est e Bivio A14/A25

tra Bivio A14/A25 e Val Vibrata

tra Rimini Nord e Biv.A14/Rac. Casalecchio

A16 Napoli- Canosa segmento compreso tra  Monteforte direzione Est e Avellino ovest dir est

e tra Monteforte direzione Ovest e Baiano dir ovest

A23 Palmanova – Udine -Tarvisio segmento compreso tra Udine Nord e Pontebba

A23 Tarvisio – Udine -Palmanova  segmento compreso tra Uvigozza e Udine nord

e tra Udine sud e Bivio A23/A4

A24 Roma – L’Aquila – Teramo segmento compreso tra Tivoli e Carsoli in entrambi i sensi di marcia

e tra Valle del Salto e L’Aquila Ovest

A25 Torano – Pescara segmento compreso tra Avezzano e Sulmona in entrambi i sensi di marcia

A26 Genova Voltri – Gravellona T. segmento compreso tra Bivio A26/A10 e Biv. A26/Predosa-Bettole in entrambi i sensi di marcia

A28 Pordenone Conegliano – Portogruaro segmento compreso tra Avezzano Decimo e Villotta

A30 Caserta – Salerno segmento compreso tra  Nola e Castel San Giorgio

A30 Salerno – Caserta  segmento compreso tra  Nocera Pagani e Bivio A30

Diramaz. Roma Sud – G.R.A. segmento compreso tra San Cesareo e Monteporzio Catone

Diramaz. Roma Sud- A1 segmento compreso tra Monteporzio Catone e San Cesareo

Tangenziale di Napoli – Est segmento compreso tra Astroni e Fuorigrotta

segmento compreso tra Arenella e Capodimonte

Tangenziale di Napoli – Ovest segmento compreso tra Camaldoli e Vomero

segmento compreso tra Fuori Grotta e Agnano

Se, poi, hai ricevuto una multa tramite tutor che riteni ingiusta, puoi fare ricorso online grazie al servizio Help Multe di tiassisto24.

Con Help Multe, in sole 36 ore, un nostro avvocato ti dirà se il tuo verbale è ricorribile o meno. In caso di parere positivo, potrai procedere al ricorso: niente file ed atti da spedire, con tiassisto24 la procedura è tutta completamente online.

 

CONTESTA UNA MULTA CON L’APP
 

Condividi questo articolo!
2018-06-15T18:53:03+00:00 26.07.2016|Guide utili|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.