Multa cintura di sicurezza: norme e sanzioni

Condividi questo articolo!

multa cinture sicurezza

Secondo una recente indagine demoscopica condotta da ANIA, in Italia soltanto 1 italiano su 5 indossa le cinture di sicurezza. Questo dato negativo, ci porta a ricordare le principali norme in merito al loro corretto utilizzo per una maggiore sicurezza alla guida ed il relativo costo per una multa causata dal mancato utilizzo della cintura di sicurezza.

L’OBBLIGO DELLA CINTURA DI SICUREZZA

Le cinture di sicurezza sono un mezzo fondamentale per l’incolumità dei passeggeri di un veicolo. La legge ne prevede l’obbligo di utilizzo dal 1988 e dal 2006 è  stato esteso a tutte le categorie e tipi di veicoli e per(compresi i sedili posteriori) coloro che sono alla guida di un veicolo destinato al trasporto di persone o merci.

Sono esentati dall’utilizzo delle cinture le forze dell’ordine, le persone con patologie particolari, donne incinta, istruttori di scuola guida e i possessori di auto d’epoca (immatricolate prima del 1976)

Altre misure introdotte ,rispettivamente nel 2006 e 2010, prevedono l’utilizzo obbligatorio di seggiolini per il trasporto di bambini e l’obbligo di cinture di sicurezza anche per chi guida microcar.

CONTESTA UNA MULTA CON L’APP
 

COSTO DELLA MULTA SENZA CINTURA DI SICUREZZA

Le multe previste per coloro che non indossano le cinture di sicurezza quando sono alla guida prevedono:

  • sanzione pecuniaria da 74 a 299 euro
  • sospensione della patente di guida fino a 2 mesi
  • penalità e susseguente decurtazione pari a 5 punti sulla patente di guida o patentino.

Il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, risulta essere un importante fattore di valutazione in caso di sinistro stradale, per accertare responsabilità ed eventuali diminuzioni del risarcimento assicurativo previsto in seguito all’incidente.

I numeri emersi dall’indagine ANIA sono in questo senso preoccupanti:

Emerge che il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza sui sedili posteriori sia l’infrazione più comune tra gli automobilisti. Altri dati ricordano come circa il 30% degli intervistati ha dichiarato di allacciare le cinture solo in un secondo momento in cui si è alla guida e non prima di mettersi in moto e circa il 20% dichiara di non allacciarle per nulla.

SE UNO DEI PASSEGGERI NON INDOSSA LA CINTURA CHI PAGA LA MULTA?

L’uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio sia per il conducente che per i passeggeri a bordo del veicolo. Pertanto in questo caso, a ricevere la multa sarà il passeggero sprovvisto di cintura, che però non trovandosi alla guida, non si vedrà tolti punti dalla patente.

Il nostro consiglio è quello di indossarle sempre, innanzitutto per la propria incolumità e per evitare di dover fare ricorso  indesiderato e assolutamente evitabile.

CONTESTA UNA MULTA CON L’APP
 

Condividi questo articolo!
2018-06-15T20:08:28+00:00 25.03.2016|Multe|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.