Auto per neopatentati: quali sono le limitazioni?

Condividi questo articolo!

Hai appena preso la patente, l’estate si avvicina e scalpiti davanti alla possibilità di mostrare le tue doti da “pilota” agli amici. Con quale macchina potrai farlo? Un grande traguardo porta con sé grandi responsabilità. Se sei un guidatore alle prime armi, esistono limitazioni da tenere bene a mente. E da non infrangere, per non incorrere in sanzioni che sarebbe complicato contestare.  

La potenza come prima (e unica) limitazione

La cilindrata auto per neopatentati non è la discriminante principale quando si parla di limitazioni. La prima grande barriera è in realtà rappresentata dalla potenza. Quella massima è fissata in 70kW (pari a 95 cavalli) mentre il rapporto peso/potenza non deve essere superiore ai 55kW per tonnellata. Questi ostacoli sono validi per il primo anno dal conseguimento della patente. Le sanzioni per chi trasgredisce le limitazioni potenza neopatentati comportano una multa da 152 fino a 608 euro. Inoltre è prevista la sospensione della patente di guida dai 2 agli 8 mesi. Non esiste, invece, alcun rapporto del tipo neopatentati cilindrata, ma la voce da considerare è soltanto una: i kwatt. Neopatentati significa rispettare il limite dei 70 kilowatt (che da kw a cv diventano 95).

I modelli “migliori” di auto per neopatentati

Proviamo allora a rispondere al quesito che attanaglia genitori e figli: quali sono le auto adatte ai neopatentati? La  lista pubblicata ad inizio 2018 comprende oltre 900 modelli progettati ad hoc dalle case costruttrici. Ce n’è per tutti i gusti: dalle citycar passando per Suv e crossover, fino ad arrivare a veicoli commerciali. Il tutto senza disdegnare i marchi premium che permetteranno ai più giovani di sentirsi già grandi. Le macchine per neopatentati, pertanto, non sono soggette a restrizioni derivanti dal tipo di motore o dalla sua cubatura.  

La targa come primo controllo sulle auto per neopatentati

Chiarito come non esistano impedimenti su cilindrata e motore, vale la pena ricordare che c’è un’ultima verifica da effettuare prima di allacciare le cinture. Sul Portale dell’Automobilista è presente uno strumento gratuito che è possibile interrogare per capire se si potrà guidare l’auto di famiglia. La procedura è semplice: basta inserire il numero di targa del mezzo per vedere se un neopatentato è autorizzato a guidare la macchina di mamma e papà. È questo l’ultimo step da compiere prima di accendere il motore.

Se hai dimenticato di farlo e, tuo malgrado, sei incappato in una multa, non spaventarti. Ti basterà affidarti al nostro servizio Help Multe per far provare a salvarti con pochi semplici click. Come? Caricando il verbale per ricevere entro 48 ore un parere legale sull’effettiva ricorribilità della sanzione.  

Condividi questo articolo!
2018-06-19T12:33:20+00:0018.06.2018|News|

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.