DAL 2015 eCall OBBLIGATORIO IN EUROPA, L’ ITALIA SI PREPARA

Condividi questo articolo!

A partire dal 1° Ottobre 2015, tutti i veicoli saranno equipaggiati con sistemi di sicurezza che avvertiranno automaticamente  i servizi di soccorso in caso di incidente grave.

Anche nel caso che la vittima sia incosciente, il sistema informerà dell’esatta localizzazione dell’incidente così che i soccorritori possano partire nel giro di pochi minuti. Il sistema, chiamato “eCall”, funzionerà in tutta l’Unione Europea. Infatti, verrà progressivamente esteso a tutti i paesi della UE nonché in Islanda, Norvegia e Svizzera.  Il progetto si propone di impiegare una scatola nera installata a bordo del veicolo, che trasmette le informazioni del sensore d’impatto dell’airbag, così come le coordinate ottenute attraverso il sistema di posizionamento Galileo (sistema di posizionamento e navigazione satellitare civile  sviluppato in Europa come alternativa al Global Positioning System, controllato invece dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.alle agenzie di emergenza locali). Nel momento in cui l’apparecchio eCall all’interno del veicolo rileva un forte impatto in un incidente, genera automaticamente una chiamata di emergenza 112 al centro di soccorso più vicino e trasmette l’esatta localizzazione dell’incidente e altri dati. La chiamata può essere attivata anche in modo manuale, con i medesimi effetti, tramite un apposito pulsante. Ciò è utile, ad esempio,  nel caso si sia testimoni di un incidente.graphic---heero-01 Indipendentemente dal modo in cui viene attivata la chiamata, automatico o manuale, oltre alla trasmissione automatica dei dati, verrà comunque stabilita anche una connessione vocale tra il veicolo ed il centro di soccorso. In questo modo, qualsiasi passeggero dell’auto incidentata, che sia in grado di rispondere alle domande, potrà fornire al centro di soccorso ulteriori dettagli sull’incidente.  L’allertamento in tempi rapidi e la localizzazione precisa dei veicoli in caso di emergenza consentiranno un intervento più tempestivo dei servizi di soccorso; questo si tradurrà in un maggior numero di vite umane salvate e consentirà di limitare i danni gravi. Il dispositivo dovrà essere installato obbligatoriamente di serie dalle case automobilistiche che non faranno certo salti di gioia all’idea di fornirlo gratuitamente, come invece previsto dall’Ue.
Per essere sempre informato sulle novità del mondo auto

Registrati su tiassisto24

oppure scarica la nostra app

tiassisto24 app

Condividi questo articolo!
2017-01-09T21:22:09+00:0013.03.2014|News|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.