ECOMONDO 2015: AUTOMOTIVE E GREEN ECONOMY SI INCONTRANO

Condividi questo articolo!

automotive e green economy

Si è svolta dal 3 al 6 novembre 2015 a Rimini, Ecomondo, la più grande fiera europea sulla green economy che ha attratto oltre 1200 aziende e realtà imprenditoriali interessate al tema della sostenibilità.

Uno dei temi di maggior interesse della fiera è stato senza alcun dubbio quello sulla relazione tra mondo dell’automotive e sostenibilità.  I passi compiuti dalle case automobilistiche in questo senso sono stati tanti, pensando allo sviluppo di automobili con motore ibrido o elettrico, dunque che portano benefici in termini di consumo e di minor inquinamento; resta però molto da fare in tal senso ed il recente caso Volkswagen ha posto ancor di più l’accento sulla necessità di sviluppare nuove ed innovative tecnologie per l’auto a basso impatto ambientale.

I visitatori della fiera hanno potuto toccare con mano le ultime novità in tema di green economy provenienti dal mondo dei motori. Test drive con i migliori modelli di auto sostenibili, tra i quali (in anteprima mondiale) suv elettrici della Ford e auto ad idrogeno della Toyota, sono stati vetrina di interesse e dibattito nel corso dell’evento.

E’ stato ribadito nel corso della fiera, come le case automobilistiche stiano portando avanti con grande interesse, il tema dell’elettrificazione dell’auto: le vendite di auto ibride è in costante aumento, grazie ad un’offerta sempre più ampia e non più esclusiva delle case giapponesi. Se il presente è l’ibrido, il futuro sarà il motore ad idrogeno. Ad Ecomondo 2015 è stato infatti riscontrato una tendenza per il futuro dell’automobile a voler tornare ad investire prepotentemente su questo tipo di motore, che potrebbe coniugare emissioni zero ad una lunga autonomia del mezzo.

Grande attenzione anche alla produzione di nuovi tipi di carburanti per l’auto, tra i quali, in forte ascesa in questo 2015, c’è il biometano, un nuovo carburante avanzato, che permetterà alle aziende italiane, da qui a qualche mese, di produrre carburante dagli scarti organici alimentari, andando ad aprire scenari rivoluzionari per il mondo dell’automobile.

Condividi questo articolo!
2018-06-19T12:54:14+00:0012.11.2015|News|

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.