La nuova frontiera degli antifurto: gli Identitag.

Condividi questo articolo!

identitag

 

La nuova frontiera degli antifurto per auto sono i cosiddetti “tag”, piccoli chip che contengono molteplici informazioni che tramite appositi dispositivi si possono leggere modificare cancellare e così via tramite la tecnologia RFID. In questo caso, tale tecnologia viene applicata nel mondo dell’auto, per la precisione come antifurto.
L’azienda che ha deciso di proporre questa rivoluzionaria soluzione, battezzata Identitag è I.Car, nota per aver inventato nel 1978 il famoso sistema di marchiatura dei cristalli Identicar.

 

Come funziona questo sistema

Il sistema “Identitag” specificatamente proposto per le concessionarie di auto. Su questo piccolissimo chip vengono memorizzati tutti i dati dell’auto, dal numero del telaio, ai dati del proprietario e così via. Grazie a una circolare del Ministero dell’Interno del 12 giugno 2012, che ha certificato il prodotto per essere utilizzato dalle forze di Polizia, Identitag può essere sfruttato da queste per avere un immediato accesso ai dati contenuti in esso. In pratica gli agenti leggeranno in forma elettronica, tramite uno speciale scanner a radio frequenza in dotazione, tutte le informazioni contenute nel libretto di circolazione classico. In questo modo, incrociando i dati di Identitag con quelli in possesso del Ministero dell’Interno, le pattuglie potranno in brevissimo tempo controllare se l’auto fermata è stata ad esempio rubata, o se è posta sotto sequestro o se il guidatore è lo stesso di quello inserito tra i dati del chip di Identitag. I tag, come detto, sono piccoli chip dotati di adesivo, che si possono posizionare ovunque. Nel caso dell’auto venduta, il concessionario si occuperà di applicarne uno sul parabrezza (il tag “Cristallo”), uno sul libretto dell’auto classico (il tag “carta di circolazione”) mentre un terzo, chiamato tag “segreto” sarà dato in dotazione al proprietario del veicolo che lo posizionerà dove meglio crede all’interno dell’abitacolo, e solo lui saprà dove. Il tag “segreto” contiene il numero del telaio dell’auto. Oltre ai tag, viene fornita al cliente una Smart Card dove saranno registrati tutti i dati dell’auto e del proprietario. La Smart Card diventa in pratica la nuova carta di circolazione, da esibire in caso di controllo delle forze dell’ordine. Il fatto di avere un tag applicato sul libretto di circolazione è la garanzia che i dati forniti corrispondono al vero, visto che non possono in nessun modo essere modificati. In caso di posto di blocco la Polizia può leggere il tag “cristallo”, ed eventualmente, il tag posto sulla carta di circolazione, per verificarne l’autenticità dei dati. Questo tag è fornito di uno speciale adesivo che non consente di toglierlo, pena la “distruzione” della carta di circolazione originale. Questo sistema dovrebbe far desistere i ladri di automobili che non potranno quindi contraffare la carta di circolazione, e saranno “avvisati” della presenza del sistema Identitag dal tag “Cristallo” collocato come detto sul parabrezza.

Usi più disparati

L’utilizzo di questi tag, ovvero dei microchip associati che possono contenere tutte le informazioni che si vogliono, possono essere utilizzati per gli usi più differenti, ma senza dubbio molto utili. Ad esempio sono già in grado di sostituire il tagliando dell’RC Auto, oppure un’autofficina appositamente attrezzata può leggere in batter d’occhio i dati dell’auto che si andrà a riparare. Il cliente che potrà disporre del sistema Identitag sul proprio veicolo potrà sfruttare una serie di opzioni offerte dalla piattaforma sviluppata appositamente da I.Car che prende il nome di Indentibox. Tale sistema è disponibile tramite web (quindi da pc) o app (per ora disponibile per iPhone e iPad). La concessionaria che vende l’auto può inserire ad esempio diverse scadenza, come quella della RCA, o dei tagliandi da effettuare. Queste importanti date da ricordare saranno comunicate al cliente tramite SMS o e-mail. Un servizio quindi molto importante che di certo farà felici i clienti, soprattutto quelli più distratti. Il software di Crm dato in dotazione alle concessionarie permette anche di comunicare con i propri clienti, sempre tramite SMS o e-mail. Il cliente, dal canto suo, tramite l’app o il sito www.identibox.it può creare delle scadenza personalizzate, come ad esempio il rinnovo della patente di guida e così via, avere un proprio diario di bordo

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità del mondo auto e moto

Registrati su tiassisto24

oppure scarica la nostra app

tiassisto24 app

Condividi questo articolo!
2017-01-09T21:22:17+00:0010.02.2014|News|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.