Motori: la seduzione in auto secondo gli italiani

Condividi questo articolo!

seduzione in auto

Secondo una recente indagine condotta dal Centro Studi e Documentazione Direct Line, su un campione di 1000 individui tra i 18 e i 64 anni, più della metà degli intervistati (54%) ha dichiarato di aver usato la propria auto, almeno una volta, come strumento di seduzione. Analizzando i dati, non è una sorpresa che i più avvezzi a questa pratica siano gli uomini (60%) contro un 47% di donne. 

Il 18% degli automobilisti ha affermato di avere un’auto gioiello, sempre pronta ad un incontro galante, mentre il 13% ha confessato di farsi prestare l’auto dai genitori per far colpo sul partner e il 6% ha, addirittura, dichiarato di aver noleggiato auto di lusso in caso di appuntamento galante.

Automobilisti: follie e sacrifici d’amore

Il 69% degli automobilisti ha dichiarato di aver usato l’auto per compiere follie d’amore: la gran parte ( 53%), come c’era d’aspettarsi, ha percorso grandi distanze pur di fare una sorpresa all’anima gemella. Il 6% ha, invece, lasciato messaggi anonimi o fiori sul parabrezza della macchina del proprio Valentino (sperando vivamente che il vento o estranei non li portassero via), mentre solo un 1% di veri temerari ha guidato per ore sotto la pioggia con una macchina cabrio aperta (1%) o  ha affittato una supercar lussuosa (1%), pur di far colpo.

Infine, ma non meno degno di nota, un 1% di intervistati ha dichiarato di aver tamponato volontariamente l’auto della propria anima gemella pur di avere il tanto sospirato numero di telefono ( non ci sono, pero’, statistiche che ci dicano se la tecnica ha avuto successo oppure no).

L’intervista mirava a studiare, anche, quali fossero i sacrifici d’amore a cui ci si sottoporrebbe per rendere felice il partner: a questa domanda il 58% dei partecipanti ha risposto di sacrificarsi lasciando guidare la propria auto al partner (argh proprio un sacrificio sospirato), mentre ben maggiori sono gli sforzi di coloro (26%) che chiuderebbero un occhio sui divieti di fumo o cibo in auto e di coloro (11%) che dichiarano di poter, addirittura, vendere la propria macchina, pur di poter regalare una vacanza speciale al proprio partner.

Seduzione e sicurezza stradale

Tuttavia i tentativi di seduzioni in auto o attraverso l’auto possono essere anche fonte di pericolo.

Secondo uno studio sempre del Centro Studi e Documentazione Direct Line, il 44% degli automobilisti ha dichiarato di lasciarsi deconcentrare da un passeggero di bell’aspetto. Questo si manifesta con un’aumento della tensione (22%), distrazione alla guida (9%) e perfino nel distogliere lo sguardo dalla strada (13%). Ovviamente le reazioni si differenziano per sesso: maggiore è la percentuale degli uomini che dichiarano di distogliere lo sguardo dalla strada per dare un’occhiatina alla vicina (18%), mentre le donne affermano di essere principalmente più tese (25%).

Quali sono gli errori maggiormente commessi sotto l’influsso del fascino del passeggero? Il 37% dichiara di aver sbagliato strada almeno una volta, mentre il 9% ammettere di aver dimenticato di allacciare le cinture di sicurezza o di aver fatto manovre azzardate (9%).

Sbagliare strada o fare manovre azzardate non è solo fonte di distrazione, ma avvolte è una scelta volontaria che mira a prolungare il tempo del percorso o a impressionare il compagno: il 58% degli intervistati ammette, infatti, di modificare il proprio modo di guidare per far colpo su un compagno di viaggio particolarmente attraente. Il 26% ammette di averlo fatto almeno una volta: il 19% simula grande sicurezza, mentre il 13% cerca in tutti i modi di apparire disinvolto.

Voi in che categoria rientrate?
Scopri di più sul mondo di tiassisto24

Registrati su tiassisto24

oppure scarica la nostra app

tiassisto24 app

Condividi questo articolo!
2017-11-06T15:04:25+00:0011.02.2015|News|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.