Niente multa sulle strisce blu per chi ritarda

Condividi questo articolo!

strisce blu

Nessuna multa per chi sosta nelle strisce blu oltre l’orario pagato: è quanto stabilito dalla Nota 53284/2015 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Le attuali sanzioni indicate dal Codice della strada sono di 25 euro, per coloro che sostano nelle strisce blu oltre l’orario che hanno pagato, e di 41 euro, per quelli che non hanno proprio pagato il parcheggio e sono previste solo “se si tratta di sosta limitata o regolamentata”. Di qui la domanda: ma quando la sosta è «regolamentata»? La nota risponde affermando che la sosta sulle strisce blu è «regolamentata» quando il pagamento è previsto solo in determinate fasce orarie, per alcuni giorni della settimana o per determinate categorie di veicoli e questi parametri sono iscritti all’interno del regolamento Comunale.

Di conseguenza, in caso la sosta sia regolamentata, il Comune può applicare le multe previste dal Codice della Strada, nel caso non lo sia “il protrarsi della sosta oltre il termine per il quale è stato effettuato il pagamento non si sostanzia in una violazione di obblighi previsti dal Codice, ma si configura come una inadempienza contrattuale” in questo caso l’amministrazione creditrice può richiedere all’automobilista di pagare il tempo in più che ha sostato all’interno delle strisce blu anche con una penale, ma non può applicare la sanzione di 25 prevista dal Codice della Strada.

Nonostante la Nota del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il dibattito è ancora aperto perché per i Comuni risulta difficile recuperare i pagamenti derivanti dall’inadempienza contrattuale, si aspetta quindi dal Parlamento una normativa definitiva che chiarisca questa vicenda.

Se le norme sulle multe vi sembrano una giungla senza uscita, non disperate! Rivolgetevi a tiassisto24. Tramite il servizio Help Multe vi invieremo in poche ore il parere motivato di un esperto sulla ricorribilità delle vostre multe.

Accedi al servizio Help Multe

oppure scarica la nostra app

Condividi questo articolo!
2017-11-06T15:13:21+00:0025.06.2015|News|

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.