Hai preso la patente dopo il 2014? C’è una brutta notizia per te! Tutti coloro che hanno preso la patente dopo il 2014, saranno sottoposti alla sentenza europea dell’aggiunta dell’IVA del 22%. La sentenza della Corte Costituzionale dell’Unione Europea del 14 marzo ha escluso le lezioni di guida, da tutti i corsi scolastici ed universitari considerati esenti da IVA.

La sentenza avrà valore retroattivo. Cosa significa? Che potrebbe essere richiesta da parte delle autoscuole, la restituzione della cifra del 22% di IVA sulla somma già pagata per avere la patente.  L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che le lezioni di scuola guida non rientrano tra gli insegnamenti scolastici o universitari che sono esenti dall’IVA. È una scelta non un obbligo quello di richiedere l’IVA non pagata prima di questa sentenza. La Corte costituzionale ha potuto emanare questo inserimento di IVA, che sarà completamente deducibile da parte delle autoscuole. Purtroppo questo provvedimento farà lievitare il costo della patente per tutti coloro che vorranno conseguirla. Il presidente della Confarca (Autoscuole Riunite e Consulenti Automobilistici), Paolo Colangelo, ha espresso la sua preoccupazione, sia per la sempre maggiore sfiducia da parte dei giovani nel volersi impegnare a conseguire la patente e lo sconforto delle autoscuole che sono già a rischio di chiusura. A livello europeo l’Italia rischia sempre di più di sfiorare il così detto “caro patente” arrivando alla soglia dei 1.200 euro, questa è la legittima preoccupazione del Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori).

Hai dimenticato di pagare il bollo? Ricorda tutte le scadenze con tiassisto24!

Con un’unica app potrai avere sotto controllo tutte le scadenze di tutti i tuoi veicoli, come bollo, revisione, assicurazione, manutenzioni e tanto altro ancora.

Fatti aiutare
Condividi questo articolo!