Fermo automobile da Equitalia: come sbloccarlo

Condividi questo articolo!

fermo auto equitalia

Tra il 2014 ed il 2015 nella sola regione Lazio sono stati registrati oltre 21.000 fermi di veicoli da parte di Equitalia per mancate imposte pagate dai propietari delle autovetture.

Un dato allarmante che mette in evidenza come le auto bloccate dalle ganasce virtuali siano in costante aumento. Essendo il fenomeno in forte aumento, è opportuno approfondire il tema fornendo indicazioni utili su come evitare il fermo della propria automobile e come poterlo eventualmente sbloccarlo.

Ovviamente per poter evitare il fermo della propria auto  è fondamentale pagare regolarmente tutte le tasse riguardanti il possesso del veicolo (bollo, assicurazione), ma qualora non vengano rispettate queste condizioni, una volta scattato il sequestro del mezzo, l’ente Equitalia permette di poter tornare a guidare il proprio mezzo a determinate condizioni:

Fino a qualche anno fa per poter usare nuovamente l’auto bloccata, era necessario che il cittadino pagasse interamente l’importo dovuto. Invece, recentemente, Equitalia ha comunicato di aver introdotto nuove norme che prevedono lo sblocco del fermo amministrativo attraverso il pagamento rateizzato del debito da saldare.

Sarà necessario pagare la prima rata iniziale per vedersi restituito il mezzo, con il conseguente rilascio di un documento che notifica la sospensione del fermo che dovrà essere consegnato direttamente  agli uffici del PRA.

Ovviamente per non incappare in nuovi fermi dell’automobile in questione, sarà necessario continuare con il saldo delle rate previste.

Se hai ricevuto una multa e vorresti sapere se vi sono gli estremi per avviare un ricorso, affidati a tiassisto24!

Scopri il nostro servizio Help Multe.

 

Condividi questo articolo!
2018-06-15T20:27:44+00:0024.02.2016|Multe|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.