Decreto sicurezza: come cambiano noleggio auto e car sharing

Condividi questo articolo!

Tra i temi al centro dell’agenda politica italiana 2018 c’è l’approvazione del decreto sicurezza. Il testo, proposto dal Governo Lega-M5S e già approvato dal Consiglio dei Ministri, punta ad abolire la protezione umanitaria predisponendo una serie di misure restrittive per gli stranieri che giungono in Italia. A seguito dell’approvazione data dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella vediamo quali effetti collaterali avrà questa misura sul mercato auto italiano.

Gli effetti sul noleggio auto

Di noleggio auto vi abbiamo parlato in estate in previsione dell’esodo per le vacanze. Il possibile varo del provvedimento governativo comporterebbe concrete modifiche in materia, con l’introduzione dell’obbligo per le agenzie di autonoleggio di comunicare al Centro elaborazione dati delle Forze dell’Ordine i dati identificativi di chi richiede auto o furgoni. Questa prassi, volta a prevenire eventuali attacchi terroristici, non dovrebbe tradursi nella dilatazione dei tempi né per il cliente né per le agenzie. Di fatto la disciplina si uniformerà a quella degli hotel, con i noleggiatori chiamati a fornire “con un congruo anticipo rispetto al momento della consegna” i dati del richiedente.  

Vuoi risparmiare sull’assicurazione? Trova il miglior prezzo online e offline!

Scopri gratuitamente il miglior prezzo online e confrontalo anche con le offerte personalizzate dei nostri assicuratori per ottenere il massimo del risparmio!

Risparmia ora

Noleggio auto a breve e lungo termine: cosa cambia

Come avviene concretamente la procedura? Ad oggi non è chiaro. L’unica certezza è che il “congruo anticipo” non è stato definito con precisione. Sarà infatti un altro provvedimento, da diramare entro sei mesi dall’approvazione del decreto, a determinare le modalità dei collegamenti per effettuare le comunicazioni tra agenzie e Forze dell’Ordine. Queste inizieranno i controlli soltanto su segnalazione di un sospetto da parte del CED. Appare tuttavia scontato che la stretta riguardare tutti i tipi di noleggio: a breve o lungo termine, ma anche car sharing. Non si può infatti escludere l’eventualità che un terrorista compia un atto criminale servendosi di un noleggio “lampo”.

Per gli automobilisti italiani non si tratta tuttavia del primo effetto collaterale provocato dai terroristi. Negli ultimi anni, proprio a seguito dei numerosi attentati perpetrati servendosi delle macchine, le compagnie assicurative hanno deciso di non concedere più massimali illimitati delle proprie polizze RC Auto.  

Se stai valutando il noleggio di un auto a lungo termine e vuoi saperne di più, se non ricordi per quanto ancora sia valida la tua assicurazione auto o se hai bisogno di fare manutenzione alla tua preziosa quattro ruote, rivolgiti a noi. TiAssisto24 è il migliore alleato per te e per lei, fungendo da reminder di tutte le sue scadenze.

Condividi questo articolo!
2018-10-17T10:42:14+00:0011.10.2018|Manutenzioni, News|

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.