Multe più care per chi circola senza assicurazione

Condividi questo articolo!

auto fantasma

 

Circolare con un veicolo senza copertura assicurativa potrà costarvi caro, molto più di prima. Le modifiche apportate alla legge delega di riforma del codice stradale, approvata alla Camera con 236 sì e 9 no, prevedono un inasprimento delle sanzioni per gli individui che circolano senza aver sottoscritto una regolare Rc auto. La legge, che dovrà essere approvata al Senato, prevede di modificare di 12 mesi buona parte del Codice della Strada partendo dalla revisione delle disciplina sanatoria. Multe più corpose, ma proporzionali alla gravità della condotta e del veicolo utilizzato.

Veicoli fantasma: un problema da risolvere

Sembra quasi una monda, ma il pericolo è reale. Sono più di 4 milioni i veicoli che circolano lungo le strade italiane sprovvisti di copertura assicurativa. Veicoli fantasma, così definiti perché in movimento anche se dovrebbero restare chiusi in garage, che quotidianamente mettono i pericolo la vita da milioni di automobilisti e non solo. Un pericolo certo, ma anche un danno per l’intero sistema assicurativo e indirettamente per gli automobilisti onesti.

Telecamere per multare chi non ha l’Rc auto

Crisi economica, recessione o caro-polizza non possono giustificare questo comportamento errato. Finalmente il governo ha deciso di arginare la problematica, i cui numeri sono incerti vista la mancanza di analisi e di monitoraggio del territorio. In futuro prossimo l’accertamento della copertura assicurativa potrebbe avvenire automaticamente, attraverso l’utilizzo di autovelox, tutor, telepass e telecamere ZTL, in modo da intervenire tempestivamente e sanzionare/bloccare il veicolo.

Potenzialmente il sistema di controllo da remoto, che funziona perfettamente in altre nazioni europee come la Germania, permetterebbe di monitorare il fenomeno senza un ulteriore investimento tecnologico o di personale addetto al controllo. Il Centro nazionale accertamento delle infrazioni (Cnai), che si occupa già di monitorare e validare le sanzioni legate all’eccesso di velocità, interfacciandosi con il database delle Motorizzazione Civile potrebbe verificare la validità o meno di un’assicurazione auto. Identificato dalla targa, il veicolo scoperto da regolare copertura assicurativa verrebbe automaticamente sanzionata dal Cnai.

Tecnicamente tutto pronto, ma serve il via libera del Parlamento. Il dubbio è se notificare direttamente la sanzione o convocare il presunto trasgressore chiedendo di mostrare l’assicurazione del mezzo. Come spesso accade, in Italia si procede con “i piedi di piombo”. La legge potrebbe subire dei cambiamenti al Senato, poi successivamente alla Camera, ma c’è bisogno di tirare il freno ai veicoli fantasma.

Se non hai una RCA, chiedi un preventivo gratuito su tiassisto24, l’80% dei nostri utenti hanno notato un risparmio significativo rispetto alla polizza dell’anno precedente.

Richiedi subito un preventivo

oppure scarica la nostra app

tiassisto24 app

Condividi questo articolo!
2017-01-09T21:21:27+00:00 16.10.2014|Assicurazioni|

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.