La Commissione Trasporti ha dato il via libera al testo base del Nuovo Codice della Strada. 254 sono stati gli emendamenti inseriti il 3 giugno 2019, ma ormai ci sono pochi dubbi sulle novità che verranno approvate. Modifiche e integrazioni sono state ampiamente discusse dal Governo e porteranno a un testo che dovrebbe cambiare profondamente il sistema di riferimento per chi si muoverà in strada.

Nuovo Codice della Strada: novità

Le certezze sui contenuti del testo base di revisione al Codice della Strada riguardano:

  • Apertura ai motoveicoli 125cc in autostrada, purché guidati da maggiorenni in possesso di patente A, B o di categoria superiore o da almeno due anni detentori di patente A1 o A2. Il limite scende dagli attuali 150cc a 120cc
  • Riduzione del limite di velocità a 30 km/h nelle strade in cui è presente un edificio scolastico. Nasce la classificazione di “strada scolastica” nelle vicinanze di istituti di formazione, consentendo sosta, movimento e manovre connesse alla scuola. Su queste strade i comuni dovranno stabilire limitazioni alla circolazione negli orari di attività didattica e di ingresso e uscita degli alunni, adottando il limite di velocità di 30 km/h o istituendo zone a traffico limitato
  • Ritiro della patente per 7 giorni in caso di utilizzo dello smartphone alla guida
  • Libera circolazione di skateboard e monopattini nelle aree pedonali
  • Linea di arresto avanzata per le biciclette agli stop e ai semafori
  • Parcheggi “rosa” dedicati alle mamme in attesa o con bambini fino a 2 anni di età
  • Esenzione del pedaggio per ambulanze e veicoli della Protezione Civile
  • Possibilità di ricevere le multe stradali sulla propria casella PEC (Posta certificata)

Hai ricevuto una multa?
Pagala o se hai dubbi contestala, tutto online!

Carica il verbale e con soli €10 potrai avere un parere legale sull’effettiva ricorribilità della multa. E se decidi di affidarci la redazione del ricorso ti restituiremo i soldi della consulenza. Altrimenti puoi pagarla comodamente online!

Scopri come

Codice della Strada 2019: proposte bocciate

Esistono inoltre modifiche rispedite al mittente. Non vedranno infatti la luce proposte quali:

Per quanto riguarda questi argomenti, resta tutto invariato rispetto al Codice della Strada attualmente in vigore.

Nuovo Codice della Strada: emendamenti

254 sono stati gli emendamenti depositati in commissione Trasporti alla Camera. 137 portano la firma di Forza Italia, che è il partito che ha suggerito il maggior numero di integrazioni. Uno soltanto è presentato dai relatori, che aggiunge alla norma il tema dei rimorchi. Il testo definitivo approderà in aula, come da calendario, lunedì 17 giugno 2019. Tra le proposte avanzate dalla Lega c’è invece quella di ridurre dal doppio a un terzo la sanzione prevista per chi ricorre al Giudice di Pace contro sanzioni per violazioni al Codice della Strada e perde il ricorso.

Se hai bisogno di conoscere le ultime novità sul mondo dell’auto o vuoi contestare una multa, affidati a Tiassisto24. Registrandoti alla nostra piattaforma disporrai di un assistente virtuale a 360° per il tuo parco veicoli e non dovrai più preoccuparti in prima persona di scadenze e manutenzioni legate alla tua automobile.

Condividi questo articolo!