Premere troppo il piede sull’acceleratore e venire sorpresi dall’autovelox. Dall’1 gennaio 2019 le multe per eccesso di velocità sono aumentate del 2,2% rispetto ai prezzi precedenti. Sulla crescita della tariffa pesa l’inflazione, ma dover pagare una multa è una seccatura a prescindere da una multa. La prima domanda che si pone un automobilista indisciplinato è di solito la seguente: si possono rateizzare le multe? La risposta è affermativa, ma esistono delle regole.

Come rateizzare una multa: condizioni

Già in passato vi abbiamo parlato del tema della rateizzazione multe. La legge in materia non è cambiata, ma è importante conoscere le condizioni per beneficiarne. L’articolo 202 bis del Codice della Strada permette di pagare a rate una qualsiasi multa di importo superiore a 200 euro, purché l’automobilista versi in condizioni economiche disagiate. Ovvero:

  • Il destinatario della multa è titolare di un reddito imponibile inferiore a 10.628,16 euro

Se il soggetto sanzionato vive con il coniuge o con altri familiari, conta la somma dei redditi di ogni componente della famiglia. Il limite procapite è fissato in 1.032,91 euro

Hai ricevuto una multa?
Pagala o se hai dubbi contestala, tutto online!

Carica il verbale e con soli €10 potrai avere un parere legale sull’effettiva ricorribilità della multa. E se decidi di affidarci la redazione del ricorso ti restituiremo i soldi della consulenza. Altrimenti puoi pagarla comodamente online!

Scopri come

Rateizzare multa polizia stradale: come richiedere, procedura

Entro 30 giorni dalla notifica della contravvenzione, il soggetto interessato alla rateizzazione della multa può presentare richiesta al Prefetto per le violazioni accertate da funzionari, ufficiali o agenti dello Stato. Può presentare invece richiesta al sindaco del paese in cui è stata notificata la multa per le infrazioni accertate da funzionari, ufficiali e agenti dei comuni.

Rateizzazione multe: tempi, quante rate si possono fare

La risposta arriva entro 90 giorni dal momento in cui la domanda viene ricevuta. A questo punto si presentano due possibilità:

  • Se la risposta è negativa, la multa va pagata per il suo importo originario
  • Se la risposta è positiva, si può pagare la multa a rate

In caso di mancata risposta entro 90 giorni, la richiesta va intesa come respinta. Nel secondo caso la ripartizione viene così effettuata:

  • Limite massimo di 12 rate mensili qualora l’importo dovuto non superi i 2.000 euro
  • Fino a 24 rate se la multa è da 2.001 fino a 5.000 euro
  • Fino a 60 rate per verbali superiori a 5.000 euro

L’importo di ciascuna rata, interessi esclusi, non può essere inferiore a 100 euro. Il soggetto richiedente deve avere cura di eseguire con puntualità ogni pagamento. In caso di mancato pagamento della prima rata, oppure di due rate consecutive, il beneficio della rateizzazione della multa decade. A questo punto l’importo della multa viene raddoppiato.

Se hai ricevuto una multa e vuoi sapere se è regolare o come pagarla, affidati a noi. Registrandoti alla piattaforma o scaricando l’App di Tiassisto24 ti basterà caricare una foto del verbale della multa per ricevere, entro 48 ore, un parere dai nostri consulenti sull’effettiva ricorribilità. Se non sarà possibile farlo, potrai pagare l’importo comodamente dal tuo divano sul nostro sito.

Condividi questo articolo!