La tecnologia ci salverà dalla tecnologia? Negli ultimi mesi è cresciuta prepotentemente l’attenzione intorno al tema dell’utilizzo dello smartphone alla guida. Una cattiva abitudine di tanti automobilisti divenuta ormai consuetudine. I deterrenti al malcostume esistono, ma finora non hanno prodotto i risultati desiderati. Se la distrazione al volante resta una delle cause principali degli incidenti auto, il 75% dei sinistri attribuibili alla distrazione sono prodotti proprio dall’impiego improprio dei dispositivi elettronici. Tamponare l’ondata sembra però possibile, non solo attraverso l’inasprimento delle pene per i trasgressori.

Nuovo Codice della Strada: regole 2019 cellulare alla guida

La rivisitazione del Codice della Strada ha riguardato anche l’articolo 173 CdS. Venire fermati e pizzicati con il cellulare alla guida comporta dal 2019 sanzioni più severe. Il limite minimo della multa sale da 161 a 422 euro, mentre il massimo da 467 a 1.697 euro. Inoltre è prevista la sospensione della patente di guida da un minimo di sette giorni a un massimo di due mesi. In caso di recidività della stessa condotta entro i 24 mesi successivi, invece, la multa passa da un 644 euro a 2.588 euro, la sospensione del titolo di guida varia da un minimo di uno a un massimo di tre mesi e viene praticata la decurtazione punti patente da 5 a 10.

Hai ricevuto una multa?
Pagala o se hai dubbi contestala, tutto online!

Carica il verbale e con soli €10 potrai avere un parere legale sull’effettiva ricorribilità della multa. E se decidi di affidarci la redazione del ricorso ti restituiremo i soldi della consulenza. Altrimenti puoi pagarla comodamente online!

Scopri come

Sensore che spegne il telefono alla guida: come funziona

Un ulteriore strumento di contrasto arriva proprio dalla tecnologia. Si chiama Safe Drive Pod ed è un sensore realizzato da Evolvea. A differenza di altri dispositivi, non spegne il cellulare all’avvio dell’auto, ma inibisce soltanto lo schermo e quindi la possibilità di interagire, chattare, scattare selfie o scrivere SMS. Resta invece valida la possibilità di effettuare chiamate in vivavoce. Il sistema si disattiva soltanto dopo 20 secondi di sosta: a quel punto lo schermo ritorna a essere attivo. Funziona tramite Bluetooth o app, invia immediatamente notifiche e-mail o sms se qualcuno prova a disattivarlo. Pensato per chiunque non riesca a toglierti il “vizietto”, è destinato a rivelarsi utile anche per i genitori che vogliono assicurarsi che i figli stiano viaggiando sicuri, oltre che per aziende di trasporto o compagnie di noleggio che possono così verificare il comportamento dei propri conducenti.

Se sei tra i tanti automobilisti incappati in una multa per utilizzo del cellulare alla guida o hai commesso una qualunque infrazione al Codice della Strada che ti è stata contestata, fai un salto da noi. Ti basterà caricare sulla nostra piattaforma il verbale che hai ricevuto per ricevere entro 48 ore un parere legale sulla sua regolarità. Se la multa sarà ricorribile ci penseremo noi a portare avanti la pratica, altrimenti potrai pagarla comodamente dal tuo divano di casa.

Condividi questo articolo!