Come bisogna comportarsi in presenza di multe non notificate? Bisogna pagarle sempre o c’è possibilità di fare ricorso? Per legge in mancanza dell’”atto prodromico”, ovvero del primo avviso recapitato a casa, il procedimento è da ritenersi illegittimo. Spetta al cittadino contestare il mancato avviso di pagamento. Secondo la Cassazione, però, questa regola non vale quando l’oggetto del contendere è una multa stradale. In questo caso l’automobilista non dovrà solo contestare la mancata notifica, ma anche i motivi per cui ritiene illegittima la sanzione.

Mancata notifica multa: cosa contestare

Attenzione a non sbagliare. L’automobilista che intende contestare multe non notificate dovrà farlo verso la multa originaria sostenendo di non averla mai ricevuta. Non bisogna invece fare opposizione alla cartella esattoriale multe che si potrebbe ricevere in un secondo momento: in quel caso si perde il ricorso e si paga il doppio dell’ammenda. Guai, quindi, a contestare la cartella esattoriale.

Ricorso multa non notificata: come farlo

Torniamo dunque al punto di partenza: è arrivata una cartella esattoriale (non condonabile) e siamo chiamati a pagarla. Ricordando che l’unica cosa da contestare è la mancata notifica e non la cartella, non resta che presentare ricorso e sperare di vincerlo. Ecco la procedura da seguire passo per passo:

  • Presentare istanza di accesso agli atti amministrativi del Comune che ha elevato la multa. In questo modo si avrà l’assoluta certezza di non aver mai ricevuto la multa.
  • Inviare una raccomandata A/R specificando il motivo della richiesta.
  • Chiedere che il Comune mostri i ricevimenti della ricevuta di ritorno del verbale di multa che avrebbe dovuto spedire.

A questo punto il Comune può rispondere di non averla mai spedita, di averla spedita a un indirizzo sbagliato. Se non si riceve una risposta entro 10 giorni, si può analogamente procedere con il ricorso.

  • Entro 30 giorni dalla ricezione della cartella, presentare ricorso al Giudice di Pace competente per il luogo dove è stata rilevata l’infrazione.

Hai ricevuto una multa?
Pagala o se hai dubbi contestala, tutto online!

Carica il verbale e con soli €10 potrai avere un parere legale sull’effettiva ricorribilità della multa. E se decidi di affidarci la redazione del ricorso ti restituiremo i soldi della consulenza. Altrimenti puoi pagarla comodamente online!

Scopri come

La tassa da pagare è di 43 euro. È importante ricordare che non bisogna rivolgersi al Tribunale e che è fondamentale entrare nel merito. Mai contestare la sola mancata notifica né in maniera diretta persone o strutture, ma specificare perché si ricorre avverso la multa. Soltanto così si ha possibilità di vincere il ricorso multa non notificata.

Dopo aver completato questi passaggi, si può chiedere al magistrato la restituzione (da parte del Comune) della tassa di 43 euro, che verranno comunque restituiti in caso di successo.

Hai ricevuto una multa e intendi contestarla? Rivolgiti a noi! Ti basterà caricare una foto del verbale che hai ricevuto per avere immediatamente un parere legale. E se invece sai già che la sanzione è regolare, non perdere altro tempo: pagala comodamente dal tuo divano di casa servendoti del nostro sito.

Condividi questo articolo!