Se si acquista un’auto usata oppure un’auto a km 0 è necessario fare il passaggio di proprietà. Questa procedura permette al nuovo proprietario di ereditare il veicolo precedentemente intestato a un’altra persona. In questo modo il compratore diventa l’effettivo possessore del mezzo.

Passaggio di proprietà auto: come e dove farlo

A partire dal 5 ottobre 2015 il Certificato di Proprietà dei veicoli a motore è diventato digitale. Questa innovazione riguarda i possessori di automobili, motocicli, furgoni, camion e veicoli in generale. Chiunque acquisti un veicolo, nuovo o usato, non riceve più il consueto Certificato di Proprietà cartaceo, sostituito dalla versione digitale che resta negli archivi informatici del Pubblico Registro Automobilistico. Nel caso in cui si acquisti un veicolo usato occorre:

  • Autenticare la firma del venditore sull’atto di vendita
  • Registrare il passaggio di proprietà all’unita territoriale ACI – Pubblico Registro Automobilistico (PRA) entro 60 giorni

Quest’ultimo rilascerà il certificato di proprietà digitale (CDPD) aggiornato. A questo punto l’acquirente dovrà richiedere l’aggiornamento della carta di circolazione all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC). La mancata richiesta di aggiornamento del CDPD e della carta di circolazione determina l’applicazione di sanzioni monetarie, oltre al ritiro della carta di circolazione ai sensi dell’art. 94 del Codice della Strada.

Hai dimenticato di pagare il bollo? Ricorda tutte le scadenze con tiassisto24!

Con un’unica app potrai avere sotto controllo tutte le scadenze di tutti i tuoi veicoli, come bollo, revisione, assicurazione, manutenzioni e tanto altro ancora.

Fatti aiutare

Documenti per il passaggio di proprietà

Per effettuare correttamente il passaggio di proprietà occorre presentare una serie di documenti:

  • Certificato di proprietà dell’auto
  • Carta di circolazione
  • Documento di identità del venditore
  • Documento di identità e codice fiscale dell’acquirente
  • Modulo TT2119 con cui si chiede l’aggiornamento della Carta di Circolazione

Quanto costa il passaggio di proprietà auto?

A farsi carico dei costi passaggio di proprietà auto è normalmente l’acquirente. Si può in alternativa concordare un pagamento suddiviso in parti uguali tra venditore e nuovo proprietario. Oltre al costo dell’agenzia, se si è deciso di rivolgersi ad essa, generalmente compreso tra 150 e 200 euro, ci sono altri costi fissi legati al passaggio. Nello specifico si tratta di:

  • Imposta di bollo per la registrazione al PRA: 48 euro
  • Diritti Motorizzazione Civile: 10,20 euro
  • Emolumento PRA: 27 euro
  • Autenticazione della firma: marca da bollo da 16 euro da portare in Comune, al PRA o alla Motorizzazione
  • Imposta Provinciale di Trascrizione (Ipt): l’importo varia a seconda dei kW dell’auto e in base alla provincia di residenza del compratore. Varia da 3,51 a 4,56 euro/kW

Una volta completato il passaggio di proprietà auto si diventa a tutti gli effetti il nuovo proprietario. A quel punto la strada è tutta in discesa, a condizione di non trascurare il nuovo arrivo. Se hai bisogno di un’assistente virtuale a 360° per la tua carriera da driver, rivolgiti a noi. Scadenze e manutenzioni diventeranno un nostro “problema”! E se per caso sei incappato in una multa, non scoraggiarti: puoi contestarla o pagarla grazie a noi!.

Condividi questo articolo!